Diario semi-serio di una mamma catapultata su Gemellandia. Tra lavoro, nani e (tentativi di) vita sociale.

lunedì 25 giugno 2012

Al mare

Vorrei sapere perché la mamma sul telo accanto a me ha dormito, si è presa il sole e ha letto una valangata di pagine del suo libro. Io invece mi sono abbronzata solo l’unghia dell’alluce sinistro che per sbaglio era rimasto fuori dall’ombrellone e ora fa capolino dal sandalo inorgogliendosi per il suo bel color peperone (facendo impallidire ulteriormente per timidezza le dita sue vicine che sono bianche color mozzarella, proprio come il piede e la gamba e tutto il resto del corpo collegato).
Non era una bi-mamma, è chiaro. Ma anche con un solo figlio, porca miseria, io non ce l’avrei fatta a (non) fare tutto quello che (non) ha fatto lei. Io e Andrea non abbiamo fatto altro che stare dietro ai nostri due teppisti agitati che ancora non si sono abituati al folklore della spiaggia e che, quindi, essendo tutto nuovo, non smettevano un attimo di esplorare e assaporare (grande successo hanno avuto i ciottoli della spiaggia!).
Spalma la crema (a due), cambia pannolini (a due, di cui uno sporco pesantemente, manco a dirlo), metti il costumino (a due), fai il bagnetto (per due), asciuga (due), rispalma la crema (a due), metti il cappellino (a due), acchiappali mentre gattonano fuori dall’“area” protetta (tutti e due, più volte), elimina i sassi più piccoli dalla loro bocca (abbiamo alla fine ceduto e consentito loro di addentare quelli più grossi, intuendo che sarebbe stata una battaglia persa in partenza togliere dalle loro bocche anche quelli)… E poi… di nuovo.
Mentre il bambino accanto a noi, Eric il Crucco, dormiva beatamente sotto il suo ombrellino. Forse è una questione di indole. Sarà questo il problema: Cip & Ciop qui non dormono mai. Sono troppo curiosi del mondo. Il pediatra dice che è una bella cosa e, alla nostra richiesta di somministrare loro, ogni tanto, un po’ di camomilla, ha risposto: “Prendetevela voi”.

4 commenti:

  1. non vorrei scoraggiarti ma quando camminano è molto peggio. i miei 2 della banda bassotti corrono come pazzi scatenati per tutta la spiaggia! anche loro sono spinti dall'esplorazione. ovviamente uno vuole andare a destra e uno a sinistra. di stare sotto all'ombrellone non se ne parla proprio. mi si incrociano gli occhi per tenerli sotto controllo. fortunatemente dopo i primi 40 minuti di espolazione del territorio si calmanno leggermente. in compenso però posso dirti che avrai un'abbronzatura invidiabile!!!! Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so cosa sia peggio... aiutoooo!!!

      Elimina
  2. Condivido pienamente!!! La mia nuova stagione balneare in compagnia di Emmina camminante è iniziata in maniera fantozziana. Quando finalmente sono tlriuscita a farle capire che la sabbia e le alghe non
    sono esattemente simili alla pasta e verdure lei era già pronta a correre verso l'acqua senza alcuna paura. Una saetta, lesta e scatenata alle più pericolose diavolerie. Tu non sei abbronzata io sono ustionata sulla schiena e bianca (direi gialla nel mio caso) sul resto del corpo. La mia schiena in più oltre ad essere color aragostina è anche spezzata x l'altezza nana della Nana!!!! Che dire buona estate e buon relax!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah! praticamente sembrerai una bella metà di un Ringo al cioccolato :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...