Diario semi-serio di una mamma catapultata su Gemellandia. Tra lavoro, nani e (tentativi di) vita sociale.

martedì 11 settembre 2012

Ma diciamoci la verità - di AE


Crediamo di essere donne moderne solo per aver raggiunto alcuni punti di indipendenza in molti campi. Anche se giudico i concetti di modernità e di indipendenza alquanto relativi e opinabili; personalmente vado contro corrente e, argomento molto scottante, della parità dei sessi me ne infischio: se un uomo ti invita a cena deve pagare lui, così come un marito/compagno che stira mi provoca una tristezza infinita… e non raccontiamoci frottole, s e una donna vuole essere moglie e madre, sul lavoro non potrà mai pareggiare un uomo.

Ma questo è un altro discorso, sto divagando, per quanto riguarda la maternità, invece, la maggior parte di noi è inconsapevolmente inchiodata all’epoca delle nostre madri, legate a frasi che da sempre attraversano la nostra vita: “ci siamo passate tutte” “ogni parto è a se” “il dolore poi si dimentica”. E in mezzo una marea di cose che “non si possono dire”. Credo che mia madre sia stata una delle prime donne ad usufruire durante il parto di analgesia, mia nonna le consigliò di non dire a nessuno che aveva partorito senza dolore!

Ma cosa succede dopo? Ecco, anche di questo si parla molto, ma non come dico io, parlo dei postumi che segnano il corpo in modo indelebile, che segnano il passaggio da donna a madre e che non possono piacere, dai, fatemi il favore! No, ragazze, non sono una che si lamenta facilmente (lo faccio solamente con mio marito, parenti stretti e non, amiche e conoscenti, persone in coda alla cassa etc…). Sicuramente sono cose successe solo a me, però ho deciso di vuotare il sacco:

- Smagliature: già ne avevo prima, credo risalenti all’adolescenza, ne avevo proprio bisogno di altre?

- Fianchi: puoi dimagrire e tornare al tuo peso forma, ma quelli ormai non sono più gli stessi!

- Dimagrire: appunto, nei primi mesi si dimagrisce, sì ma, attenzione, ogni kg in più preso dopo cercherà asilo politico in un angolo del vostro corpo.

- E la pancia che si gonfia puntuale ogni sera dopo cena? Capace di farti sembrare incinta almeno di 5 mesi.

- Mai sudato in vita mia, nemmeno quando giocavo a tennis… ora sudo solo a svuotare la lavastoviglie!

- Capelli, argomento che mi sta a cuore: nasco con un riccio ondulato, domato per anni con ogni tipo di piastra e diavoleria; ora che il capello riccio mi farebbe comodo per risparmiare tempo asciugando e via… invece no, dopo il parto, sono diventata un mezzo liscio, insipido e insulso che ti costringe a fare la piega e in casi disperati la coda.

- Capelli, ancora: compaiono i primi capelli bianchi, sì, ok non pensavo di essere immune, ma così, dopo tutto quello già elencato, proprio non ci voleva!

Vi prego, non ditemi che le gioie della maternità ripagano tutto, di solito l’influsso proveniente da qualche parte del mio inconscio (o più probabilmente dagli anni ‘40/’50 del secolo scorso) fa ragionare anche me così, ma oggi no, dopo questo elenco no, non me lo concedo, voglio crogiolarmi ancora un po’ nelle mie lamentele perché ogni tanto vuotare il sacco è terapeutico, almeno tanto quanto fare shopping!

Annapaola

P.S. a proposito di shopping, alla veneranda età di 33 anni, mi sta crescendo il piede (ovviamente colpa della gravidanza): passo da un 34/35 al 36 che tradotto significa rifarmi tutto il guardaroba e molta più possibilità di scelta, il 35 non c’è quasi mai e il 36 quasi sempre!!!

Seguici anche su Facebook http://www.facebook.com/pages/MoltiplicatoMamma/260491014064462 e Twitter @MoltiplicaMamma

10 commenti:

  1. cristinaelisabetta11 settembre 2012 04:19

    condivido pienamente se non di più tutto quanto esposto da Annapaola, be...che dovrei dire ho partorito il mio primo figlio(coetaneo dei suoi twins) a 38 anni e il mio elenco sui postumi sarebbe pure più lungo del suo......adesso ci penso poi magari commento con un nuovo nome...primara attempata, mi si addice è solo l'inizio di ciò che avrei da dire!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e adesso non lasciarci sulle spine.
      continua!

      Elimina
  2. Cavolo che democratico questo blog. Ho pubblicato il post di Alter Ego pur non essendo pienamente d'accordo con lei. Lei lo aveva già scritto, che siamo così diverse.
    http://moltiplicatomamma.blogspot.it/2012/07/noi-io-e-alessia-di-ae.html

    Per me la parità dei sessi è un'utopia che va alimentata. E anche su questo avevo scritto un post
    http://moltiplicatomamma.blogspot.it/2012/08/come-eliminare-la-suocera.html

    Poi, se un uomo mi invita a cena e la prima volta paga lui, beh, credo anch'io sia bello. State sicure che la volta dopo (se c'è! ;)) pago io, però.

    RispondiElimina
  3. Ciao Cri! Vuota il sacco pure tu, fa un gran bene! La mia cara amica Alessia dice che sono snob pure io... sarà forse il nostro punto d'incontro???!!! A questo punto non so cosa aspettarmi il 5 luglio, aspetterai tu lui all'altare magari vestita di rosso? No, ti prego, dimmelo prima, mi prende un colpo, devo prepararmi... questa Palermo troppo moderna mi spiazza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro. il 5 luglio sarebbe ancora un segreto. Grazie.

      Elimina
    2. Ops... Non sono nuova acquese gaffes, ma mi riprendo in fretta, sai com'è, sono un po' snob!

      Elimina
  4. Ma tutti questi consensi maschili dove sono poi? Io non vedo nulla... ;))))

    RispondiElimina
  5. Perchè non sono in questi gruppi? Io faccio parte di tutti i gruppi possibili e immaginabili... Tranne quelli "segreti acchiappa troll",sai com'è, il genere fantasy/vampiresco non mi si addice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lì non ti accettano. Bisogna avere menti piccole e bocche larghe. Fattene una ragione.
      Parlo di gruppi FB di blogger. Facciamo così: tu inizia a usare Twitter e io ti svelo i miei gruppi segreti ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...